PER LA FESTA DELLA DONNA REGALATE NARCISI INVECE CHE MIMOSE

A lanciare questo invito è la Coldiretti Toscana, visto che la produzione di mimose è ridotta del 30% a causa del gelo e della neve delle scorse settimane. Il narciso, giallo come la mimosa ma anche bianco, rosa, arancione, è simbolo della bellezza e della fertilità femminile, ricorda l’associazione ed ha il pregio, apprezzato di questi tempi, di essere resistente e costare poco: 10 centesimi per stelo all’ingrosso, 50 al dettaglio.

La mitologia greca lega questo fiore a un monito contro la vanità umana. Narciso, si narra, era un giovane bellissimo e duro di cuore. Una ninfa, respinta, volle vendicarsi portandolo a specchiarsi in un lago: vedendosi riflesso sull’acqua lui si innamorò della sua immagine, ma quando l’acqua del lago si increspò l’immagine scomparve. Narciso, gettatosi nel lago annegando perché convinto di aver perso la creatura amata, fu trasformato da Cupido in un fiore.

Se i narcisi sono in vasetti basta travasare la piantina con i bulbi; nel caso di steli di narcisi invece Coldiretti consiglia di miscelare, in un litro di acqua, un goccio di varichina ed un cucchiaio di zucchero.